Beniamino Bettio, segnalato 2018 per il suo libro su Sarmeola

Segnalato nella 33^ edizione 2018 lo storico padovano:

Beniamino Bettio per il libro  Il paese sarebbe felice… Tessere della millenario storia di Sarmeola (Padova) edito da Cierre 2018.

Le pagine di questo libro restituiscono a Sarmeola l’identità smarrita, una Comunità passata nell’arco di mezzo secolo da spazio rurale ad agglomerato residenziale e produttivo. Fino al secondo dopoguerra l’ordinata suddivisione campestre tra il reticolo di capezzagne e fossati, con i terreni coltivati dominati dalla triennale rotazione cerealicola, e le abitazioni dei contadini contigue al rustico per gli animali da lavoro, ne ribadivano la vocazione rurale. Uno spicchio territoriale del capoluogo provinciale ove la predominanza di un’economia quasi esclusivamente agricola era perfettamente in linea con la quasi totalità dei villaggi – o “paesi” che dir si voglia – del Padovano. Un’identità profilata in primo luogo dal lavoro di uomini e donne nei campi, veri protagonisti di una storia dimenticata, obliata dalla frenesia del tempo e perduta nella memoria delle stagioni. Beniamino Bettio ha disposto in ordine tutte le tessere salvate dal naufragio dei secoli e le ha amorevolmente raccolte lungo una vita di studio.

MOTIVAZIONE: Il libro rappresenta un caso esemplare di storia locale condotta con grande rigore scientifico. La vicenda di Sarmeola viene qui ripercorsa lungo tutto l’arco storico e con sguardo aperto a 360 gradi sulla realtà ambientale, territoriale, sociale e politica. Si avverte alle spalle della pubblicazione un un importante lavoro di ricerca fondato su un articolato spettro di fonti (documentazione scritta, iconografia, cartografia). Particolarmente encomiabile, oltre alla completezza e chiarezza delle informazioni, la cura negli apparati, ovvero note, bibliografia, indice dei nomi. (Dario Canzian)