“Fu molto ameno questo viaggio” a cura di Isabella Danzi

FU MOLTO AMENO QUESTO VIAGGIO

Memorie del nobile Giuseppe da Prato-Verona 1757-1828

a cura di Isabella Danzi, edito da Quiedit, 2019

Partecipa alla 35° edizione del Premio Brunacci 2020: Fu molto ameno questo viaggio. Memorie del nobile Giuseppe da Prato-Verona 1757-1828 a cura di Isabella Danzi, edito da Quiedit, 2019.

Un nobile veronese discendente da una famiglia di origini antichissime, destinato a intraprendere la carriera militare, parte per un lungo viaggio. Lascerà un diario della sua giovanile esperienza. A partire da quel diario conosceremo da vicino le sensazioni del paggio Giuseppe Da Prato. Incontreremo uno zio famoso, un padre ingombrante, una donna amata, una moglie descritta con affetto. Sullo sfondo di una girandola di personaggi, gli eventi: siamo alla fine della Serenissima Repubblica di Venezia e tutto un mondo sta per crollare (tratto dalla quarta di copertina).

Isabella Danzi è nata nel 1967. Vive in campagna nei dintorni di Verona e ha maturato una ventennale esperienza lavorativa nel settore privato. Dall’età di 40 anni è entrata nel mondo universitario, dapprima solo come dipendente, poi anche come studente. Si è laureata in Lettere moderne all’Università di Verona e presto conseguirà la laurea magistrale in Arte. Appassionata di teatro, recita sul palcoscenico e talvolta anche nella vita.