Privilegiumpiccolo

 

PREMIO BRUNACCI  17^ EDIZIONE  1997
 
La premiazione della 17 edizione del premi brunacci ha avuto luogo il 26 ottobre 1997 nel duomo di Monselice. Dopo i tradizonali saluti dell'amministrazione comunale e la relazione del presidente della giuria prof. Antonio Rigon sono iniziate le premiazioni iniziando con le ricerche scolatiche. Sono arrivate alla segreteria ben 27 ricerche  provenienti dalle scuole dell’obbligo  però solo le prime 10 saranno premiate con un buono libro di £. 500.000 ciascuna, da dividere equamente tra studenti e insegnanti coordinatori, ecco i premiati:
 
ANGUILLARA VENETA  Gli attrezzi agricoli del passato eseguita dagli studenti della classe 3^C della Scuola Media “G. Marconi” di Anguillara Veneta; insegnanti coordinatori :Giorgio Capuzzo e Antonio Cecchinello. Motivazione: L’argomento scelto ha invogliato i ragazzi a riscoprire il loro recente passato rivissuto attraverso i racconti degli anziani , a cui hanno aggiunto una analitica storia della meccanizzazione agricola: dall’Ottocento fino ai primi del Novecento. Il tutto è illustrato da dati sull’alimentazione e dai numerosi e interessanti detti popolari riguardanti i raccolti.
 
                                            
ARQUA’ PETRARCA  - ALLA RICERCA DELLE ERBE PERDUTE eseguita dagli studenti della classe 1^ A della Scuola Media “F.  Petrarca” di Arquà Petrarca.  Insegnanti coordinatrici :Gamba Mariolina e Monica Agostini. Motivazione:  Il lavoro è incentrato sulla conoscenza delle erbe e sulla coltura maturata nel loro uso in medicina. La ricerca approfondisce anche l’habitat che caratterizzava la comunità di Arquà, il mondo tipico dell’area collinare. La descrizione delle singole erbe e di alcune piante è minuziosa ed accompagnata da eleganti illustrazioni e da una breve annotazione storica sull’origine degli stessi vegetali.
 
                                              
ARZERGRANDE  Progetto ragazzi 2000: I fiori del prato, eseguita dagli studenti della classe 1^C della Scuola Media “Giovanni Pascoli” di Codevigo , sezione staccata di Arzergrande: Insegnanti coordinatori: Annalisa Rodighiero, Franco Cardin e Daniela Andrighetti.  Motivazione Il lavoro sviluppa una ricerca di carattere ludico-letterario di giochi linguistici su parole abbecedari, calligrammi  ecc. ) e piccole composizioni poetiche. Interessante lo studio eseguito sui fiori dei prati e molto eleganti risultano le illustrazioni che accompagnano le singole specie. Nel complesso i ragazzi hanno svolto un lavoro esemplare che dovrebbe costituire un esempio per altre ricerche sull’ambiente in ambito scolastico .
                                               
MONSELICE - Racconto …… la mia strada: Ricerca Topografica del nostro Territorio. Eseguita dalla classe 2^ C della Scuola Media “G. Zanellato” di Monselice. Insegnante coordinatrice Adriana Bolzicco  in collaborazione con Rosa Mazzari e Maura Picchioni. Motivazione: Il lavoro si compone di una serie di inserti, ciascuno curato da uno studente che racconta attraverso immagini e parole l’ esplorazione della propria via. Ognuno dei ragazzi ha contribuito in maniera esaustiva e originale alla costituzione di un opera da cui traspare entusiasmo e approfondimento delle piccole e grandi storie che hanno dato il nome alle strade in cui abitano .
                                                
MONSELICE - Gli insetti dei colli euganei ricerca eseguita dagli studenti della classe 2^ D della scuola Media  “G. Zanellato” di Monselice , Insegnante  coordinatore : Annalisa Martello con la collaborazione di Anna Marranno e Lucia  Destro. Motivazione: Il lavoro costituito da 9 splendide riproduzioni di alcuni insetti che vivono nei Colli  Euganei: cervi volanti, coccinelle, farfalle, api, e formiche che sembrano quasi vivere di vita  propria in un tripudio di colori e forme aggraziate
                                             
MONSELICE  -  una città : una piazza. Ricerca eseguita da alcuni studenti delle classi  3^ A  e  3^ B  della scuola Media “G. Guinizelli” di Monselice.  Insegnante coordinatore Franca  DONATO. L’elaborato illustra, attraverso disegni e planimetrie e testi scritti, l’iter di ricerche ambientali, storiche ed architettoniche  effettuate dagli alunni. Motivazione Il risultato è un lavoro preciso ed esauriente che manifesta l’impegno e l’interesse di chi lo ha costituito. Particolarmente apprezzati sono stati i disegni tecnici eseguiti dai ragazzi su Piazza Mazzini, sul Palazzo della Loggetta e sulla Chiesa di San Paolo.
                                    
MONSELICE -  I veneti antichi : immagini di una società . Ricerca eseguita da alcuni alunni della classe  1^ E  della scuola Media “G. Guinizelli” di Monselice. Insegnante coordinatore:  Giannarosa Benigni. Motivazione: Il lavoro e costituito da una pregievole raccolta di immagini e di lamine di rame sbalzate che sono la riproduzione  di alcuni reperti conservati nel Museo Nazionale Atestino. Gli studenti si sono posti come obiettivo del loro lavoro far comprendere come attraverso la produzione artistica siano stati tramandati i costumi dei popoli. Particolare attenzione è stata dedicata all’abbigliamento delle figure femminili che maschili rappresentate nei repertori. 
                                             
MASERA ‘  – 500° Anniversario della consacrazione della chiesa di Maserà: Un occasione per volgere lo sguardo al passato del nostro paese e per riscoprire le nostre origini, eseguita dagli alunni del secondo ciclo della scuola elementare  “ G . Mazzini” di  Maserà Motivazione Dopo una rapida descrizione delle colonizzazione antica del territorio accompagnata sempre da illustrazioni dell’ambiente, si inizia ad affrontare lo sviluppo del attuale insediamento di Maserà partendo dalla documentazione più antica .il lavoro che ha impegnato tutta la scolaresca presenta una ricchezza di documentazione molto ampia e un uso dell’impaginazione che ha esaltato l’inventiva dei singoli allievi .un lavoro encomiabile.
 
 
 TRIBANO -  Il castellaro di Tribano, eseguita dagli alunni delle classi 4^ sez. A e B della scuola elementare di  Tribano  e degli studenti delle classi 2^ sez. A e B della scuola Media  “Don Paolo Galliero2” di Tribano. Maestre coordinatrici : Boldrin, Pistore, Zecchin, Docenti Medie: Bevilacqua, Girotto, Marsili, Suman, Tassinato. Motivazione : La ricerca e articolata in tre sezioni che,pur operando in modo autonomo hanno tuttavia avuto argomento ed obiettivo comune : il castello medievale di Tribano ora non più esistente. La prima sezione ha operato nell’ambito della ricerca ambientale e di quella storica; la seconda ha studiato l’arte in miniatura e ha dato vita ad un testo scritto su carta pergamena, il Castelli Tribanesis liber; la terza è dedicata alla costituzione di figure in cartapesta, all’esecuzione di bassorilievi su gesso e alla composizione di vetrate in carta: il tutto avente come tematica il Medioevo.
 
VESCOVANA -  Emigrazione  in America fine XIX sec . inizio XX sec. Ricerca  eseguita dagli Studenti delle classi 3^ A 3^ B della  scuola Media  “Giovanni XXXIII” di Vescovana Insegnanti  coordinatori : Lucia Tessari,  Donatella Zaramella e Carla Carpanese . La ricerca, imperniata sulla tematica dell’emigrazione dell’Italia e dei Paesi europei verso le Americhe nella seconda meta del Ottocento. Il lavoro risulta di ottimo livello grazie all’elaborazione di dati statistici e allo studio di molti documenti, sia a carattere letterario che privato. Il risultato denota ricchezza d’intenti e di risultati.
                                         
Per la sezione riguardante la storia del padovano la Giuria ha premiato Maria Chiara Billanovich  autrice del libro, L’attività estrattiva negli euganei: le cave di Lispida e del Pignaro tra medioevo ed eta moderna, Venezia, Edita dalla Deputazione di Storia e Patria per le Venezie nel 1997.
                                                                                             
Per  i libri riguardanti la storia e la civiltà veneta la giuria ha assegnato il premio alla prof. Marisa Milani, recentemente scomparsa per opera : Antiche  rime venete   ( XIV  - XVI   sec. ) , edito nel 1997 dalla Casa Editrice Esedra. L’amministrazione Comunale e la Giuria nell’apprendere della dolorosa e prematura scomparsa della prof .Marisa Milani hanno stabilito di assegnare tale premio alla memoria, ritenendo ,in questo modo di rendere omaggio alla sua figura di grande studiosa  delle tradizioni popolari venete .
                                                                  
Passiamo ora alla sezione destinata alle Tesi di Laurea. Hanno partecipato alla XIV edizione  7 tesi di laurea. Dopo un attenta valutazione la giuria ha premiato il lavoro della Dott. Elisa GRISOT, autrice della tesi di laurea : Per la storia delle elites cittadine  nel basso medioevo: la famiglia padovana dei Turchetti nei secoli XIV e XV;
                                               
Il secondo lavoro che ha ottenuto il massimo riconoscimento è stato eseguito dalla  Dr. Francesca GAMBINO autrice della tesi di dottorato: Gli quattro evangelisti concordati in uno di Jacopo Gradenigo .