Maria Beatrice Autizi racconta Padova tra storia e arte

Maria Beatrice Autizi racconta Padova tra storia e arte

Una città dalla storia antica e illustre. Ne parla Maria Beatrice Autizi in Padova. Storia e arte (Editoriale Programma, 2019), libro che ha partecipato all’edizione 2019 del Premio Brunacci. Secondo Virgilio e Tito Livio Patavium fu fondata dal principe troiano Antenore, scampato alla tremenda devastazione di Troia ad opera degli Achei. Nel periodo romano divenne una delle più belle città dell’impero e nel ‘300 conobbe il genio di Giotto: il pittore fiorentino decorò la Cappella degli Scrovegni, realizzando uno dei suoi massimi capolavori. In seguito molti cicli pittorici trasformarono Padova in una urbs picta, mentre la corte dei Carraresi accolse il poeta Francesco Petrarca.

All’alba del ‘400 la città venne soggiogata dalla Repubblica di Venezia, ma grazie all’Università non vide scemare il proprio prestigio. Il Rinascimento portò all’ombra della Basilica di Sant’Antonio straordinari artisti: tra questi Donatello, che realizzò l’altare maggiore e confezionò la statua del Gattamelata. A Padova si formò anche il Mantegna. Nel ‘600 l’Ateneo diede notevole impulso alla allo sviluppo delle scienze. In città Galileo disse di aver passato gli anni migliori della sua vita. Nel ‘700, nonostante la grave crisi della Serenissima, ci fu un consistente rinnovamento urbanistico e venne creato Prato della Valle.

Nel secolo successivo il Gran Caffè Pedrocchi diventò un luogo simbolo, un’architettura raffinata, punto di incontro, aggregazione, cultura e affari. Era detto il caffè senza porte perchè rimaneva aperto di giorno e di notte. Quindi venne il ‘900 con un’ulteriore crescita urbanistica e le due Guerre Mondiali. In generale l’identità profonda di Padova, sottolinea l’autrice, è fortemente caratterizzata dalla presenza dell’Università. Qui, infatti, insegnarono e studiarono figure di fama internazionale.

Maria Beatrice Autizi, già docente di Storia dell’arte e curatrice di mostre, ha pubblicato svariati volumi. Tra questi I Palazzi di Padova, Palazzo della Ragione di Padova, Moda e arte nel Trecento, i Castelli del Veneto, Giardini del Veneto, La Cappella Scrovegni sotto il segno dei Templari e il romanzo storico Le Stelle di Giotto. Enrico Scrovegni e i Templari. In Padova. Storia e arte propone un interessante viaggio attraverso i personaggi e gli aspetti storico-artistici più importanti della città del Santo.