Prof. Sante Bortolami è stato nella Giuria del Brunacci

Prof. Sante Bortolami

Sante Bortolami  è stato prof. di Storia Medievale presso l’Università di Padova, è riconosciuto come una delle voci più autorevoli nel campo della medievalistica. Tra i suoi ultimi lavori figurano un volume su Ezzelino da Romano (2009) e alcune monografie sui centri minori e territori patavini, tra i quali Casalserugo, Monselice, Montagnana e Cittadella. Una bella biografia è stata pubblicata nella rivista “Padova e la sua Provincia” Padova_e_il_suo_territorio

L’amministrazione comunale con Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 17 dicembre 2007 gli ha assegnato la cittadinanza onoraria con la seguente motivazione:

Nato a Padova nel 1947, è professore di storia medievale presso l’Università di Padova. Allievo del prof. Paolo Sambin – illustre paleografo dell’ateneo padovano – ha appresso dal suo maestro l’abitudine alla ricerca d’archivio come approccio allo studio del passato. Ha affrontato in gioventù lo studio della “nostra” storia municipale con una tesi di laurea sugli antichi statuti di Pernumia nei quali si trova traccia anche dei primi consoli di Monselice (1157) impegnati a dirimere una furiosa lite tra monselicensi e pernumiani, sorta per lo sfruttamento di una terra da pascolo situato sul confine dei due comuni. E’ autore di molti studi innovativi sugli aspetti giurisdizionali, urbanistici, demografici e culturali della civiltà medioevale veneta e monselicense in particolare. Per tutte segnaliamo le pregevoli ricerche: Monselice oppidum opulentissimum: formazione e primi sviluppi di una comunità semiurbana del Veneto medievale, e Monselice medievale e le sue difese: la città murata, il castello, la Rocca nelle quali ritrova “l’anima” e la storia antica della città “nascosta” tra le carte degli archivi padovani e veneziani. Da ultimo ha curato la pubblicazione Il «Liber iurium» del comune di Monselice (secoli XII-XIV) nel quale si racconta che il 12 dicembre 1308 il podestà di Monselice, Antonio da Lio, consegnava al comune l’elenco di 103 libri custoditi nella cancelleria comunale. Dalla quantità e qualità di libri posseduti è possibile apprendere l’importanza che la nostra comunità aveva in quel tempo. Per alcuni anni il prof. Bortolami ha fatto parte della giuria dei Premi Brunacci contribuendo allo sviluppo degli studi medievali su Monselice tra i giovani laureati che da lui hanno appreso la costanza e il rigore scientifico nello studio. Apprezzabile è stata la partecipazione alla giostra della Rocca, unendo passione e storia, contribuendo in questo modo a nobilitare una manifestazione che vuole far rivivere il nostro glorioso passato municipale.