Storia di Ebrei di Dino Scantamburlo

FRA LEGGE E COSCIENZA

Storie di ebrei e di sfollati accolti a Camposampiero e nel Camposampierese 1940-1945, curato da Dino Scantamburlo, edito da Edizioni Bertato nel 2019

Partecipa alla 35° edizione del Premio Brunacci 2020: Fra legge e coscienza. Storie di ebrei e di sfollati accolti a Camposampiero e nel Camposampierese 1940-1945, a cura di Dino Scantamburlo, edito da Edizioni Bertato, 2019. Si parla dell’accoglienza: un tema controverso nel dibattito sociale e politico. Questo libro sorprende e incuriosisce perchè svela vicende sconosciute, coinvolgenti e racconta fatti inediti impensati di accoglienza e ospitalità offerta da camposampieresi a cittadini e famiglie ebraiche a rischio di cattura e di sterminio, negli anni del secondo conflitto mondiale. Fra le brutalità qui descritte compiute dal nazifascismo emerge il comportamento che Dino Scantamburlo vuole far conoscere ai lettori: i nostri nonni, nella semplicità di vita e nella povertà di istruzione e di mezzi economici, ci hanno comprovato che accoglienza e ospitalità sono possibili allo stesso modo nei confronti di italiani e stranieri, di persone conosciute e di persone ignote -ebrei e sfollati- di uomini di culture, fedi e tradizioni differenti. Non hanno badato alle affinità o alle differenze etniche, religiose, sociali, anche importanti, ma al fatto che si trattava di persone, e che, dunque, la coscienza doveva imporsi su leggi e norme per salvarle comunque. Ciò è bastato a loro.

Quando si trattò di scegliere fra legge e coscienza la stragrande maggioranza dei cittadini di Camposampiero non ebbe dubbi. Grazie a figure eminenti come l’arciprete, mons. Rostirola, ma anche a tanti semplici cittadini ci si industriò, con grave rischio personale, a salvare persone, a trovargli ricovero e nascondiglio, a favorirne la fuga. Quella che il libro ricostruisce con grande cura e autentica partecipazione non è storia minore, ma quella storia pure importante che, conosciuta e trasformata in coscienza civile, davvero è Magistra Vitæ. Un libro di testimonianze autentiche scritto con stile intenso e partecipe, i cui protagonisti si ripresentano nei tornanti della storia, che oggi si ripete in altre forme, e che additano nell’apertura delle menti e dei muri la condizione per progredire tutti in umanità e convivenza (tratto dal risvolto e dalla quarta di copertina).


Il libro è stato segnalato con le seguente motivazione.  Il volume viene segnalato per il suo valore memoriale e per l’alto valore civile di un’attenta ricostruzione storica che restituisce ai ‘giusti’ del territorio di Camposampiero il merito di avere mantenuto alti, in circostanze terribili, i valori della solidarietà, della libertà e dell’umana condivisione. Il libro offre nella sua prima parte una puntuale ricostruzione dell’ospitalità e del sostegno offerto dalle famiglie di Camposampiero a circa 40 cittadini di origine israelita tra il 1943 e il 1945, spesso ma non sempre purtroppo riuscendo nel difficile e pericoloso compito di sottrarli alla persecuzione nazi-fascista. A complemento vengono offerte le testimonianze sui casi di tre militari del luogo deportati in  Germania. La seconda parte del libro offre, invece, uno spaccato sulla vita nel paese tra l’autunno 1944 e la Liberazione, rievocando i fenomeni delle vessazioni, dei bombardamenti (144 incursioni degli alleati volte all’interruzione della linea ferroviaria), degli sfollati. Nel complesso, il lavoro di Dino Scantamburlo è prezioso non solo per la costruzione della memoria storica in sede locale, ma per la rilevanza assoluta degli esempi offerti, per i quali del resto fa fede il testo premesso dalla Senatrice a vita Liliana Segre (Walter Panciera).

Dino Scantamburlo di Camposampiero (PD), già docente di Lettere, sindaco e deputato al Parlamento. E’ autore di:

Incontri con Turtoldo (2001)

Dal nordest a Montecitorio (2002)

Camposampiero tra storia, arte, cultura, vita (2004)

Frammenti di Novecento (2008)

Usciamo dalla palude (2010)

Piccoli (grandi) eventi a Camposampiero negli anni dell’Unità d’Italia (2014)

Una chiesa con la sua comunità (2016)

Casere, le radici e le ali (2017)

In riposo, per sempre (2018)

Fra legge e coscienza (2019)