I sigilli cinesi in mostra a villa Pisani

Sigilli cinesi in mostra
In mostra a Villa Pisani dal 2 al 5 giugno 2016, nell’ambito dell’Etnofilmfest, una rassegna  di artisti cinesi, i dipinti del Chan (Zen) del Monaco Yan Xu, i sigilli, la calligrafia e i dipinti di Xue Ni, la calligrafia del calligrafo Liu Xing Gui e del  Maestro Wang Zhi Xiang. Un tuffo nell’arte e cultura cinese. L’amico Fabio ci introduce nell’arte della sigillografia, una pratica antica che consisteva nell’incidere su una pietra una frase o il proprio nome. Una specie di ‘nostro’ timbro utilizzato per  firmare i documenti. Ora la sigillografia ha perso l’antica funzione ed è diventata una forma d’arte che gli artisti utilizzano per identificare le proprie opere. Questa tradizione ci permette di recuperare le scritture antiche e toccare con mano l’evoluzione della calligrafia cinese che ora segue cinque grandi “stili calligrafici”. Tutti si scrivono normalmente con il pennello e sono intrinsecamente legati alla storia della scrittura cinese diventata una forma di arte e cultura che l’UNESCO ha iscritto tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità. In mostra diversi tipi di scrittura: da quella antica a quella dei giornali attuali.
In mostra anche opere di giovani artisti cinesi che in camper stanno portando per l’ Europa le diverse forme dell’arte cinese. Classicità e modernità si fondano nelle loro opere. Singolari sono i dipinti di un monaco buddista nei quali sperimenta  uno stile – che noi definiamo –  ‘minimalista’ che consiste nell’utilizzare pochi tratti di pennello per descrive delle emozioni.  Tra le opere esposte anche quella sottostante che rappresenta una pianta in fiore (forse susino) con una piccola poesia nel lato destro. Come un nostro ‘santino’ da donare ai fedeli e amici per la salvezza dell’anima.
Opera di un monaco buddista in mostra
Opera di un monaco buddista in mostra