Il coro di San Cosma di Monselice

La musica e il canto corale hanno una posizione di rilievo nella Parrocchia di S. Cosma. Tutto è iniziato dalla Schola Cantorum, corale che si occupava di musiche impegnative, anche in latino. Dopo il Concilio Vaticano II è stato possibile tradurre I canti che accompagnavano la liturgia in italiano. Nel 1962 arrivarono le Suore Dimesse e suor Flavia creò un coro di bambini per la messa delle ore 9.00. Flavia diresse il coro fino alla metà degli anni ‘80, per poi passare il testimone ad alcune giovani della parrocchia. Luisa Zilio inserì nel coro qualche accordo di chitarra e arrivò ad animare la messa delle 11.00. Così un piccolo coro formato da tre voci e una chitarra prese posto vicino alla sacrestia per poi avvicinarsi alla gente. Intanto altri giovani contribuirono al coro. Si dovettero aumentare e modernizzare I libri e I canti per la messa. Per Natale e Pasqua degli anni ‘80 il coro si sistemò vicino all’altare e si avvaleva dell’aiuto di organisti fuori parrocchia.

Negli anni ‘90 il coro venne dotato di tastiera ed amplificatore, di musicisti originari dal paese. Era composto principalmente dai giovani impegnati in Parrocchia nell’ Azione Cattolica o nella Catechesi. La Santa Messa delle ore 11.00 iniziò ad essere animata da due chitarre, una voce al microfono e, per un breve periodo, anche da una tastiera e un flauto traverso.
Verso la fine degli anni ‘90 il Coro si modificò ancora, accogliendo tra le fila coristi di tutte le età. Si venne così a costituire il Coro Parrocchiale dei ‘Santi Cosma e Damiano’. Un’ulteriore evoluzione si deve alla maestra Erika Zerbetto che, dapprima con il suo violino e poi con la tastiera, apportò un impulso innovativo. In quel periodo il coro iniziò ad approfondire il canto sacro e quello polifonico. I cantori appresero l’esecuzione di brani a tre o quattro voci sovrapposte.
Dal 2011 le liturgi divennero più solenni grazie all’introduzione di un piccolo organo e aumentarono le richieste per l’animazione di cerimonie. L’appuntamento natalizio del canto delle Chiara Stella, timidamente improntato dagli anni ‘80, si consolidava sempre di più. Il coro partecipò a numerosi concerti fuori parrocchia. Degna di nota la collaborazione con il Coro Vicariale di Monselice. Un’attività molto stimolante, dunque, che ha permesso la realizzazione di più concerti a scopo benefico presso l’Ospedale Madre Teresa di Calcutta. Nel novembre 2018 partecipò a una rappresentazione del Coro Parrocchiale e Vicariale e all’ Incontro Internazionale delle Coriali in Vaticano (8000 partecipanti provenienti da tutto il mondo).
Ancora oggi il Coro Parrocchiale continua (ininterrottamente da 40 anni!) il suo servizio durante la Messa delle ore 11.00 per animare e rendere più festose le celebrazioni domenicali e quelle più importanti dell’Anno Liturgico. Attualmente all’organo troviamo la Maestra Elena Baldon, che, con competenza e grande disponibilità, si impegna a dirigere i coristi. La Maestra Letizia Curtarello affianca il canto al violino. Da più di vent’anni le chitarriste Roberta Burattin e Federica Bovo gestiscono la base ritmica dei brani. Dalla fine degli anni ‘90 dirige il coro l’appassionato Michele Bertazzo. Egli seleziona e propone i canti più adatti alla liturgia del momento ne coordina le dinamiche. L’auspicio è che l’eredità di questo percorso di crescita venga preservata e coltivata in futuro e che l’attività corale all’interno della parrocchia apporti sempre linfa vitale alla preghiera della comunità.