Il magnifico presepe di Ghidotti

Il palazzo della Loggetta, cuore storico della città di Monselice , apre il piano nobile per ospitare la ricca collezione di presepi di Riccardo Ghidotti . La mostra natalizia raccoglie natività provenienti da ogni parte del mondo, ogni statuina ha la sua storia e Riccardo la racconta volentieri a quanti si recano per visitarla. Fu San Francesco nel 1223, mentre si trovava nel monastero di Greccio – una località tra Rieti e Terni – ad avere l’idea di rappresentare la natività di Gesù. In poco tempo l’intuizione divenne tradizione tanto che in tantissime chiese, strade e case nel periodo natalizio la rappresentazione della natività viene ripetuta ogni anno. In Loggetta ( e questa è la settima edizione) sono esposte una sessantina di raffigurazioni della Natività delle centodieci che possiede Riccardo, acquistate o acquisite in tanti viaggi compiuti in diversi paesi d’Europa. La rassegna “Presepi artistici” monselicense raccoglie le ‘Natività’, cioè il Bambino, Maria, Giuseppe, il bue e l’asinello, realizzati tra fine Ottocento e i giorni nostri. Si tratta di pezzi realizzati con vari materiali: dalla porcellana alla terracotta, dalla madreperla alla pietra, dal legno al tessuto, dalla cartapesta all’argento, dal vetro alla cera e via elencando. Sono testimonianze di fede e di arte di un ogni tempo, fra le quali spiccano quelle delle notissime manifatture Caltagirone e Capodimonte, nonché opere scultoree di importanti artisti dell’arte presepiale tra i quali Marco Guttilla. La mostra resterà aperta fino all’8 gennaio 2017, sabati, domeniche e giorni festivi compresi (ma esclusi Natale e Capodanno), dalle 15.30 alle 18.30.

Alcune statuine del presepe di Ghidotti in mostra alla Loggetta
Alcune statuine del presepe di Ghidotti in mostra alla Loggetta