Le anguane di Manuel Favaro in mostra al Caveau

Il giorno di San Valentino (14 febbraio 2018) è stata inaugurata all’enoteca al caveau una mostra fotografica del monselicense Manuel Favaro dedicata interamente al mondo femminile, immerso nella magica atmosfera dell’ambiente euganeo. Favaro (classe 65) lo abbiamo conosciuto in fb a passeggio con il suo cane tra i colli in orari impossibili per fotografare eventi, persone e cose. Un percorso di crescita che lo ha fatto maturare professionalmente fino a regalarci una ventina di foto rigorosamente in b/n che hanno come soggetto le ‘mitiche’ anguane: creature legate all’acqua, dalle caratteristiche in parte simili a quelle di una ninfa e tipica della mitologia alpina, ma a ben guardare se ne trovano anche nei nostri colli. Manuel le ha trovate e fotografate racchiudendole nel corpo delle donne che conosceva. Il risultato finale sono splendide immagini di nudo femminile immerse in un ambiente senza spazio e tempo nelle quali la donna è al centro del mondo, immobile e statica in attesa del movimento e del colore. Nelle immagini  è evidente il gioco della luce che invade il corpo della donna e condiziona la scena che appare senza vita, in apparente stato di disordine. Manca il gioco della sessualità femminile, dello sguardo galeotto che spesso accompagnano le foto di importanti fotografici. Manuel ha invece privilegiato il nudo legato alla bellezza e al gioco dell’anima. Le sue donne sono misteriose, angelicate, evanescenti che tentano di trasformarsi in pura bellezza. Corpi slanciati e sottili, idealizzati e astratti. Le pose sono studiate e spesso le singole foto diventano arte.

Bravo Manuel , la mostra rimane aperta fino al 10 marzo.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.