testo

I riti della befana

Befana in campo della fiera 2019

‘Brusa la vecia’ o ‘Panevin’ sono i termini con i quali vengono chiamati i roghi simbolici legati alla Befana. Sono migliaia i falò che il giorno della befana illuminano la notte nel Veneto. In realtà è un rogo simbolico che ha le sue radici nella tradizione agricola, è un modo di augurare buona fortuna per l’anno appena iniziato. Dalla direzione delle faville e del fumo che si leva dal cumulo di sterpi e legno, si possono infatti trarre gli auspici per ciò che ci riserva il futuro; il tutto accompagnato da cioccolata calda e vin brulè. La tradizione è ancora forte nel Veneto seguendo un rituale che si perde nella notte dei tempi.

Il giorno della befana è uno dei momenti più attesi, in particolare dai bambini, perché se da una parte segna la fine delle vacanze natalizie, dall’altra regala tante emozioni e intrattenimenti .. e la befana fa un po’ meno paura perché porta con se tanti dolcetti e regali. A Monselice è la Pro Loco che organizza l’evento in campo della Fiera. A Battaglia arriva in barca sul canal Bisatto. Suggestivo è il grande falò che anima una scena nel film ‘Amarcord’ di Federico Fellini: indimenticabile.

Pubblicato da Valter Bertazzo su Domenica 6 gennaio 2019