testo

L’ultimo podestà veneziano a Monselice

1796 – IL CORAGGIO DI UN SERVO DEL PODESTA VENEZIANO A MONSELICE
La notte del 6 novembre 1796 l’ultimo podestà di Monselice, Nicolò Balbi, fu svegliato di soprassalto da alcuni soldati francesi che, assieme al loro generale, chidevano viveri ed altro. Al suo rifiuto il generale lo minacciò e si fece un gran clamore. Si svegliò, di conseguenza il servo dei Balbi che, entrato nella stanza e vedendo offeso il suo padrone, strappò dalla testa del francese il berretto dicendo che dinanzi a un pubblico ufficiale si doveva aver rispetto. La cosa sembrò finire senza altre conseguenze, ma il 21 gennaio del 97 il generale Augerau, passando di là, chiese al Balbi la consegna del servo perchè voleva fucilarlo. In caso contrario la città sarebbe stata incendiata. Il Balbi tentò prima di convincere il generale che il servo era pazzo, poi si giunse ad un accordo nel senso che il Podestà promise che avrebbe mandato a Padova il suo servo perchè fosse punito. (Adattamento da G. RIZZETTI, Monselice, tip. A. Grassi, 1888)