testo

Monselice ottocentesca (distretto di Monselice)*

Veduta del centro di Monselice, A. GLORIA, Il territorio padovano illustrato, Padova, Prosperini, 1862, vol.III, a fronte della p. 126, biblioteca ASPD, CO12.XII.25.2/2;
IL DISTRETTO DI MONSELICE
«Monselice dà il suo nome così al distretto di cui è capoluogo, come al canale navigabile presso cui sorge. Il borgo è cinto di mura merlate, e sopra uno dei colli da cui è attorniato vedonsi gli avanzi del castello detto Rocca di Monselice, che ai tempi di Paolo Diacono era reputato quasi inespugnabile».
«Nel monte sul quale stanno i rimasugli delle antiche fortificazioni è una fra le molte lapidicine che sono in grembo dei colli Euganei. La pietra che se ne cava si chiama dagli scienziati trachite e dal volgo masegna. Di questa pietra, quella di preferenza si lavora e s’impiega alle costrutture, la quale abbonda di feldspato vetroso, perché più trattabile allo scalpello e non affatto priva di lucentezza».
«Le molte vipere che produce il territorio di Monselice cambiano la venefica loro natura in salutifera nelle mani dei veneti farmacisti, i quali adoperano quei rettili nella confezione della teriaca. Monselice è luogo di molto passaggio: contiene tre chiese parrocchiali; gode amena situazione, aria purissima e suolo produttore di frutta eccellenti».
Nelle immagini: veduta del centro di Monselice, A. GLORIA, Il territorio padovano illustrato, Padova, Prosperini, 1862, vol.III, a fronte della p. 126, biblioteca ASPD, CO12.XII.25.2/2; Cartografia del paese di Monselice, Catasto austriaco, foglio XIX.
Per approfondire:
Guida di Padova e della sua provincia, Padova 1842, p. 471-476; Almanacco per le provincie soggette all’Imperiale Regio Governo di Venezia per l’anno 1843, Venezia [1842?], alla voce “Padova” nelle diverse sezioni tematiche; A. ZUCCAGNI-ORLANDINI, Corografia fisica, storica e statistica dell’Italia delle sue isole […], Firenze 1844, vol. VI, p. 375-376.
* Da un post dell’archivio di stato di Padova
Cartografia del paese di Monselice, Catasto austriaco, foglio XIX.