testo

Palazzo Steiner in piazza Mazzini a Monselice

Lo stabile sorgeva sulla piazza Mazzini ed era dal punto di vista architettonico uno tra i migliori del centro storico monselicense. Purtroppo una bomba nella notte del 5 marzo 1945 lo ha completamente distrutto. Il palazzo era di proprietà comunale ( ad eccezione del pianterreno) ed era adibito ad ufficio anagrafe e stato civile. Era costruito su tre piani con scantinato e terrazzo praticabile. Misurava alla base metri 4 x 20, l’altezza toccava i 15.

Il comune lo aveva acquistato da Valanzasca Enrichetta Steiner nel 1941 (?). Da precisare che parte delle macerie furono utilizzate dalla popolazione per riparare le case dei monselicensi colpite dai bombardamenti. Parte dell’area su cui sorgeva il vecchio edificio venne utilizzata per ampliare la piazza.

Il palazzo non  venne più ricostruito, al suo posto l’amministrazione comunale costruì – di fianco a San Paolo – la ‘Casa dell’Agricoltore’, utilizzando i contributi previsti per i danni di guerra. Contemporaneamente si progettò il trasferimento della sede municipale nella chiesa di San Paolo, ma la soprintendenza si oppose. Alla fine si preferì adibire a sede comunale il palazzo Tortorini.

Maggiori informazioni sulle vicende successive nel sito di Maurizio https://monseliceitalia.blogspot.it/2015/10/tre-palazzi-per-una-piazza.html