Sgarbi a Monselice: ‘L’arte rappresenta lo spirito del tempo’

Quasi quattrocento persone hanno accolto ieri sera Vittorio Sgarbi all’Auditorium Kennedy. Il noto critico e storico dell’arte ha presentato Il Novecento vol. II: Da Lucio Fontana a Piero Guccione (La nave di Teseo), uscito in libreria da pochi giorni. Un suggestivo percorso alla scoperta delle più interessanti espressioni artistiche del secolo scorso, un secolo in cui il valore di mercato diventa criterio determinante per stabilire la rilevanza di una tela. «L’arte è la rappresentazione dello spirito del proprio tempo» ha sottolineato Sgarbi, che ha portato all’attenzione del pubblico anche autori “dimenticati”. «Ho ritenuto di inserire nel mio libro quanti attraverso le loro opere hanno raccontato le emozioni, il cuore, i sentimenti». Il critico, che ha avuto parole di affetto per Monselice, dove era già stato ospite in varie occasioni, ha auspicato per il futuro la costruzione di un teatro nella città della Rocca.