Una targa per ricordare il poeta Giorgio Bassani

La targa dedicata a Giorgio Bassani

Il 15 settembre 2017 è stata scoperta una targa nella quale è riprodotta la  poesia “Monselice: colle celeste”, che il giovanissimo poeta Giorgio Bassani ha dedicato nel 1942 a Monselice. Questo idillio malinconico da ieri fa bella mostra di sé sul belvedere della Rotonda, poco prima dell’area sacra del Santuario Giubilare delle Sette Chiesette.

Il poeta Giorgio Bassani

Si tratta di un ulteriore “tassello” emozionale che completa il percorso che il Parco letterario Francesco Petrarca e dei Colli Euganei, l’unico nel Veneto, sta facendo vivere riportando, per ricrearne le suggestioni, i testi dei grandi scrittori che si sono ispirati al paesaggio euganeo. A leggere la poesia è stato il professor Paolo Gobbi, co-autore del libro “Di pensier in pensier, di monte in monte” (antologia di testi letterari dedicati ai Colli Euganei) che collabora con Confesercenti dal 2012, anno in cui il Parco è nato grazie all’adesione di quest’ultima alla rete nazionale Parchi letterari italiani. Evocando i Colli Euganei, Bertolucci descrive: “Bellissimi nell’ultimo raggio di sole” ed ha paragonato questo paesaggio morbido a quello che faceva sfondo alle madonne pensose del Bellini: ” Il castello di Monselice alto sulla groppa del colle ormai quasi preso dall’ombra sotto un cielo di nubi bianche e lunghe ferite azzurre, dietro quale madonna assorta e pure affettuosamente intenta al figlio l’ho visto, dietro quale pietosa deposizione (da L’alba ai vetri – Poesie 1942-50)

Monselice

A Monselice il vento va

sempre come dal mare.

Gira il treno al largo, non sa

forse come approdare.

Monselice, colle celeste,

fronte pura e lontana,

ricordo, di te, fra le meste

casupole, una fontana.

A Monselice, anche a giugno,

la primavera non è senza nebbie.

Con foglie e foglie l’autunno.

L’inverno è tutto una sera.

Ma, l’estate, i tigli lungo la strada

di Rovigo?. Al loro quieto

stormire la luna m’amava,

quand’ero ragazzo, in segreto.

Speriamo che i visitatori che sosteranno nel belvedere monselicense possano apprezzare i versi del grande poeta.