Valter Bertazzo vincitore della 3^ edizione 2018 del Concorso di poesie la ‘Rocca in fiore’

Nell’ambito del Concorso di poesie della Rocca in fiore – 3^ edizione 2018 è risultato vincitore il poeta Valter Bertazzo con la sua poesia Sul “Ricco”.

Domenica 20 maggio 2018

Concorso di poesie della Rocca in fiore – 3^ edizione 2018

Nell’ambito del Concorso di poesie della Rocca in fiore – 3^ edizione 2018 è risultato vincitore il poeta Valter Bertazzo con la sua poesia Sul “Ricco”. Valter Bertazzo è nato nel 1952 a Sant’Urbano (PD), di famiglia monselicense, ha frequentato le scuole a Monselice e iniziato a scrive poesie da autodidatta.

Sul “Ricco” di Valter Bertazzo

Stancamente adagiarsi su pietre da raggi amici intiepidite

per recuperar fiato e senno

dopo il cadenzato salir il “Ricco”.

L’ansimar placido accompagna il deterger del sudore

ed il passar il fazzoletto sulla fronte è segnale di rinata vigoria!

Seguire il sentiero col vento che spinge i pensieri lontano

e svela dall’erba celati nascondigli

ed anfratti e rivoli di vita perenne.

Precipizi e deturpate chine

che il dolore specchiano sull’azzurro celestiale.

Il tempo non si ferma ed il traghettar emozioni sbiadisce.

Ah.. lasciar quel crinale

laddove lo sguardo indugia sul confine del vedere

che neanche il più estremo immaginare

saprebbe rendere tale!

Suono di fronde e gioioso batter d’ali

accompagnano il mesto andar

e la tristezza affievolisce.

Il veloce incalzar la via

non distoglie lo sguardo vorace

dal rupestre paesaggio

che svela colori e profumi…

ricordi di scorribande nervose

avide del saper l’ignoto.

Volutamente calpestar fragili rametti

per sentirne lo schiocco

e foglie gialle e secche scalciare

per sfogar la rabbia e i rimpianti.

Fischietto e canto

e il verso del merlo m’accompagna

in un’armonica sinfonia

e nell’entro si spezza la triste apatia.

Dell’ombra e luce avvicendarsi

tra fronde d’ antichi alberi,

mi beo e rido e penso a domani,

al tornar a risalire l’impegnativa erta

e ritrovare profumi ed ebbrezze

che la natura soltanto

emana a gratuito assaporar.

Motivazione: La fatica del salire, la gioia della scoperta, la bellezza del paesaggio, il rumore delle fronde, il gioioso batter d’ali degli uccelli e il ricordo di “scorribande nervose, avide del sapere l’ignoto” emozioni e sentimenti vissuti nel profondo.

Giuria:  Presidente: Lucia Boaretto, Segretaria: Stefania Vitale

Maggiori info: vai…